Share Poll

Poll link

500 px
350 px
250 px
Preview

widget preview:

Width - px Height - px

Close preview
! You are using a non-supported browser Your browser version is not optimised for Toluna, we recommend that you install the latest version Upgrade
Our Privacy Notice governs your membership of our Influencer Panel, which you can access here. Our website uses cookies. Like in the offline world, cookies make things better. To learn more about the cookies we use, check out our Cookies policy.

TeamTolunaItalia

  5 months ago

#PrideMonth | Come sensibilizzare al riguardo
Closed

Nel mese di Giugno viene celebrato il cosiddetto Pride Month, aumentando la consapevolezza in merito alle questioni riguardanti la comunità LGBT +, aiutando così a capirsi l'uno l'altro. Come ancora mostra alcuni episodi, resta ancora molto da fare per consentire a tutti una vita pacifica indipendentemente dal genere o dall'orientamento sessuale. Proprio per questi motivi, il Pride Month è l'occasione perfetta per saperne di più sulla storia, sulle esperienze altrui e sul nostro comportamento.

Ad esempio, è stato scelto Giungo per celebrare questo evento perché il 28 giugno 1969 si sono verificati gli scontri di Stonewall, che per molti segnarono l'inizio del moderno movimento per i diritti LGBT +. Quest'anno ricorre il cinquantesimo anniversario di questo evento storico, contemplando così i notevoli passi avanti che sono stati fatti, anche se ancora c'è molto da fare.

Prima delle rivolte avvenute nel quartiere di Greenwich Village a New York, le persone della comunità LGBT hanno affrontato l'oppressione in molti modi, ad esempio l'omosessualità era ancora considerata una malattia mentale fino al 1973 negli Stati Uniti.

Al giorno d'oggi ci sono innumerevoli fonti di informazione al riguardo. Come per esempio film che descrivono personaggi LGBT in modo sano e approfondito, senza usare particolari stereotipi. Le piattaforme di streaming hanno una vasta scelta di opzioni per conoscere meglio questo mondo, insegnando così ad accettare non solo gli altri, ma anche noi stessi.

Un altro modo per sostenere il Pride Month è semplicemente parlarne, incoraggiare una discussione obiettiva e anche trovare motivi comuni per superare i pregiudizi. Aumentare la consapevolezza può essere facile e può essere fatto ovunque. Anche se non ci si considera un membro di questa comunità, questo è il modo in cui questo movimento può essere aiutato e portato all'attenzione di altri che stanno forse lottando con la propria identità o non sanno dove possono ottenere maggiori informazioni.

Un altro modo per conoscerne di più al riguardo è quello di parlare direttamente con i membri della comunità LGBT +, indipendentemente dall'età, sesso, ed ideal, è importante ascoltare le storie altrui e vedere il mondo dal loro punto di vista vista. In questo modo si possono conoscere le piccole lotte quotidiane che si devono sostenere per far parte di questo mondo ancora forse un po' incompreso

Infine, c'è un'altra cosa che si può fare: partecipare ad una Pride Parade locale, dove è possibile incontrare altre persone, festeggiare o discutere con loro e semplicemente godersi la diversità presente giorno d'oggi.

Credete ci siano altri modi per aumentare la consapevolezza in merito a questo tema?

Pensate che ci dovrebbero essere più eventi del genere?

Dite la vostra!

-Il Team Toluna
Reply

Spica.72

  5 months ago
Ognuno è libero di manifestare le proprie idee, conosco persone che vivono serenamente la loro vita LGBT+, purtroppo molta gente guarda le manifestazioni e vede solo il modo sgargiante e eccentrico dei partecipanti , mentre invece nella vita di tutti i giorni queste persone sono esattamente "uguali a tutti noi".
0 comments

maria luisa queen

  5 months ago
piu che eventi servono persone che migliorino le possibilita dei giovani laureati che dopo anni sono ancora di concorsi seri e che valutino davvero la loro preparazione e le loro capacità
0 comments

MamyMamy

  5 months ago
Boh, non lo so. Sinceramente penso che ognuno deve fare ciò che vuole, vivere la propria vita come meglio pensa e della propria sessualità ognuno ne fa quello che gli pare. Perché sensibilizzare la gente su una cosa che a mio parere fa parte della propria privacy?
In realtà bisognerebbe educare le generazioni future più al rispetto dell'altro al di là della propria fede religiosa, politica, al colore della pelle, orientamento sessuale. Ma insomma, santa pazienza, SIAMO TUTTI UGUALI, tutta l'umanità è uguale. Finché non impariamo che il "diverso" non esiste, il diverso esisterà sempre
0 comments

ablasor79

  5 months ago
Penso sia ancora presto, per l'Italia svolgere questi eventi, vista la presenza del Papa, anche se si dimostra aperto al dialogo, anche perché, secondo me, c'è un'aria di diffidenza, non vorrei dire di razzismo, ma quasi, ognuno dovrebbe fare la propria parte, rispettando tutti.
0 comments

YamaTheShepherd

  5 months ago
La disparità è ancora immensa, non solo tra appartenendi alla comunità LGBT+ e non, ma tra l'uomo bianco etero e tutto il resto della popolazione mondiale. Il Pride Month non è solo una scusa per festeggiare le conquiste LGBT+, ma è un mese dedicato alla sensibilizzazione e all'accettazione di qualunque tipo di minoranza. Sono stati fatti molti passi avanti, ma l'intolleranza è ancora tanta e la strada lunga. Di tristi episodi di discriminazione sfortunatamente ne abbiamo giornalmente. L'unico modo che conosco per portare avanti questo percorso verso una società più aperta e benevola, è quello di il parlare senza filtri. Informare e rimanere informati. Neanche i membri stessi della comunità LGBT+ sono esenti da questo, l'odio per il diverso esiste anche tra i "diversi".
0 comments

jnefer

  5 months ago
Credo che stiano organizzando molti eventi a supporto
0 comments

Chicca78

  5 months ago
Anch'io penso che si stua facendo giá abbastanza... e poi penso che la cosa migliore sia l'accettazione!
0 comments

.Felina.

  5 months ago
P.s. magari potreste postare meno righe, con meno errori tipo Giungo (giugno, inoltre minuscolo o ‘mostra episodi’, ideal) ed un discorso più leggero e fluido pur esprimendone i concetti essenziali. Senza offesa, spero.
2 comments

nevathrad

  5 months ago
Se da soli non si capisce la difficoltà incontrata da taluni durante l'arco della vita, la sofferenza di trovarsi intrappolati in un corpo che non si sente proprio, la mortificazione di essere derisi e scartati perchè diversi, difficilmente una parata confusa e martellante potrà far cambiare parere.
Se mai qualcuno possa cambiare un radicato concetto di normalità per una visione più ampia, per farlo ha solo bisogno di tempo e di sollecitazioni "morbide" non di imposizioni e forzature.
Quale sia il metodo migliore per imparare una "nuova forma" di rispetto non so, di sicuro è un cambiamento personale e culturale non da poco e con tante tappe... spero che ci si arrivi, un giorno o l'altro,
0 comments

Vinzent

  5 months ago
Il FLOP delle unioni civili.
E i numeri ufficiali lo confermano: dall’entrata in vigore della legge al 31 dicembre 2018 risultano trasmessi ai Comuni di residenza dei conviventi, per l’iscrizione anagrafica, n.5.015 contratti.
1 comments
Copied to clipboard

You’re almost there

In order to create content on the community

Verify your Email / resend
No thanks, I’m just looking

OK
Cancel
We have disabled our Facebook login process. Please enter your Facebook email to receive a password creation link.
Please enter a valid Email
Cancel
We're working on it...
When you upload a picture, our site looks better.
Upload